Programma amministrativo per la Città di Saronno 2015-2020

(artt. 71 e 73, comma 2° del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267)

AI CITTADINI DEL COMUNE DI SARONNO

Le liste dei candidati al Consiglio Comunale e la collegata candidatura alla carica di Sindaco di Alessandro Fagioli, contraddistinte dai simboli:

lega-nord-fdi-saronno-protagonista-doma-nunch

Qui di seguito espongono il proprio programma amministrativo per il quinquennio di carica degli organi del Comune di Saronno.

I principi del programma si basano su due aspetti, quello politico e quello amministrativo.

Saronno è la quarta città della Provincia di Varese per numero di abitanti, ma essendo posizionata ai confini di due province e di Città Metropolitana deve prendere coscienza del proprio ruolo in termini politici e strategici per il benessere degli abitanti saronnesi, ma non solo di essi. Saronno difatti fornisce numerosi servizi dislocati in città anche in favore degli abitanti del circondario: servizi sanitari, trasporti, servizi scolastici, sedi delle forze dell’ordine, aziende, etc.

fagioli-sindaco-saronno-invidiabile

Dal punto di vista politico, vi è la necessità di recuperare il dialogo con le istituzioni di livello superiore: Provincia (ora trasformata in ente di secondo livello), Regione Lombardia e Stato.
Oltre a questi vi è l’obbligo di riprendere il dialogo costruttivo con i Comuni del comprensorio saronnese al fine di condividere linee di indirizzo di zona affinché non si perpetuino le difficoltà riscontrate sino ad oggi in merito a questioni pratiche inerenti ai servizi che proprio Saronno è in grado di offrire al territorio.
Ne consegue il doveroso rapporto con i responsabili dei suddetti servizi.

Il dialogo con le associazioni, ossatura del tessuto sociale cittadino, deve essere una costante, siano esse di natura imprenditoriale, culturale, sportiva, storica, ludica, etc.

La questione della Città Metropolitana è stata affrontata dall’attuale amministrazione in modo insoddisfacente. Non è mai stata fornita una risposta chiara circa i vantaggi che i cittadini ne riceverebbero da un punto di vista politico, burocratico ed economico.
Non è nemmeno stato preso in considerazione il fatto che per il nuovo sistema di elezione, mentre per la Città Metropolitana il presidente è il sindaco della città stessa, per le provincie quella di presidente rimane carica elettiva.
Inoltre Saronno, con il sistema elettorale del voto ponderato, è in grado di eleggere almeno uno dei 16 consiglieri dell’attuale Consiglio Provinciale, mentre è tutt’altro che certa la possibilità di poter eleggere in autonomia un consigliere in città metropolitana.

prov-varese-saronno-fagioli-sindaco

Dal punto di vista amministrativo, l’impegno deve essere quello di garantire la sicurezza ai saronnesi, il decoro urbano, la qualità della manutenzione degli stabili pubblici, una viabilità normale e agevole per tutte le tipologie di mobilità.
Il Municipio deve essere il luogo di incontro delle idee per sviluppare progetti di buon senso utili ai cittadini tutti.
Saronno può e deve migliorare per permettere ai suoi cittadini di avere una vita sicura, serena e felice.
I Saronnesi debbono prendere coscienza delle potenzialità della propria città senza sentirsi la succursale di Milano, Varese, Como.

viviamo-a-saronno-fagioli-sindaco

Per poter ottenere questi risultati dobbiamo affermare che le azioni da intraprendere, seppur divise per categorie di competenza, non possono risultare isolate e disorganiche rispetto al progetto d’insieme.

Per risolvere i problemi sulla sicurezza vi sono molteplici azioni da coordinare e progetti da realizzare, partendo dal presupposto che il furto in una abitazione è una cosa, mentre il camminare per strada e sentirsi a proprio agio è un problema diverso.

E’ nostra intenzione aumentare il numero di agenti in servizio della Polizia Locale.
Il territorio va presidiato e controllato nella sua interezza, dal centro alle periferie e dalle periferie al centro.
Il cosiddetto vigile di quartiere deve essere un riferimento per i saronnesi. I cittadini chiedono maggiori controlli in quanto la percezione della sicurezza è molto scarsa. Le persone che da oltre dieci anni utilizzano Saronno come “bancomat”, da perfetti “pendolari dell’elemosina”, non debbono rimanere sul nostro suolo Comunale.
Le altre modalità realizzative ci sembrano le seguenti.
Realizzare una stretta collaborazione con le forze dell’ordine presenti sul territorio.
Migliorare l’illuminazione nelle aree di forte passaggio e maggiormente a rischio e promuovere la “rete di videosorveglianza”.
Promuovere comitati volontari di cittadini con la finalità di recuperare lo spirito di comunità: ogni “persona vigile” è di aiuto a se stessa e agli altri.
Per migliorare la sicurezza del centro cittadino in area ZTL si vanno a toccare di conseguenza diverse tematiche, quali la viabilità, il commercio, le associazioni.

Il centro non può più essere visto come un qualcosa di vivibile di giorno e insicuro all’imbrunire.
Rendere più accessibile il centro città favorisce il senso di sicurezza e quindi il piano parcheggi deve essere rivisitato partendo dalla necessità di realizzare nuovi posti auto, soprattutto in zona stazione FNM ed in zona Ospedale.
endere vivibile il centro significa anche permettere alle associazioni ed ai singoli Saronnesi di realizzare le proprie ambizioni mettendo a disposizione i luoghi della città dove poter organizzare delle esibizioni, degli incontri e delle attività partecipate.
Bisogna dunque realizzare quelle sinergie che debbono valorizzare Saronno ed i saronnesi e far così vivere la città.

La dignità della persona è un aspetto fondamentale: ne è diretta conseguenza il concetto di giustizia sociale per i saronnesi.
Se vi è un Saronnese che per vari motivi cade in una condizione di fragilità, non bisogna abbandonarlo a se stesso. Prima di tutto deve trovare conforto presso la famiglia: la famiglia è il primo “nucleo di supporto sociale”. Quando la famiglia non è in grado di intervenire, deve quindi attivarsi lo spirito di comunità attraverso gli uffici dei servizi sociali.
Il Saronnese che rimane privo di un lavoro e della abitazione deve quindi ricevere un aiuto prioritario, in cambio dell’impegno di attivarsi e rendersi autonomo nel più breve tempo possibile attraverso gli strumenti esistenti. L’aiuto fine a se stesso si trasforma in assistenzialismo sterile.

I servizi che vengono erogati ai Saronnesi debbono avere un costo uguale per tutti. Tutti i Saronnesi sono già tassati in maniera progressiva sul reddito: siamo quindi contrari ad erogare servizi a prezzi differenti in base al reddito; rivedremo quindi il diabolico meccanismo dell’ “ISEE”.

Il Lavoro è il fattore fondamentale dell’indipendenza della persona e della famiglia.
Il Comune non ha deleghe particolari in materia, ma il dialogo con le associazioni di categoria e la Camera di commercio deve stimolare le idee e trasformarle in progetti. Chi vuole intraprendere una attività in proprio deve trovare consulenza e facilitazioni, anziché muri insormontabili di burocrazia, mentre chi vuole assumere deve sentirsi incentivato a selezionare innanzi tutto i Saronnesi in cerca di occupazione, anziché cercare lavoratori fuori zona.

La Cultura è un tema delicato quanto importante; dobbiamo quindi comprendere che troppo spesso si identifica la cultura esclusivamente con lo spettacolo commerciale.

Il Teatro di Saronno oggi necessita di un contributo a fondo perduto da parte del Comune: dovrà invece essere in grado di sostenersi con le proprie forze, come si suol dire “staccando i biglietti”.

Il sostegno con il danaro pubblico dovrà effettuarsi per quegli eventi che valorizzano esperienze culturali intraprese dai Saronnesi, o che servano ai Saronnesi per migliorare le proprie capacità e qualità espressive emozionali, attraverso dei bandi a progetto.

Se la cultura deve penetrare le coscienze dei Saronnesi, la cultura deve pertanto potersi esercitare e promuovere in tutti i luoghi della città a partire dalle piazze.

Lo Sport inteso come gioco regolamentato è importante per il benessere fisico, lo stare insieme, l’imparare a collaborare per raggiungere un obiettivo (sport di squadra), prendere coscienza delle proprie potenzialità e dei propri limiti (sport singoli). Saronno offre numerose attività sportive grazie all’impegno delle diverse associazioni che purtroppo, spesso, non sono conosciute al di fuori del proprio ambito. Sarà nostro compito identificare i meccanismi per stimolare la partecipazione e dare un’apertura popolare ai cosiddetti sport minori o di nicchia.

Molti Saronnesi auspicano di poter vedere rivivere lo storico club calcistico saronnese. Lo spirito dell’associazionismo può e deve essere stimolato, ma dovranno essere i privati a prendersi carico della realizzazione di questa aspirazione. L’amministrazione dal canto suo metterà a disposizione le infrastrutture esistenti.

forza-saronno-fagioli-sindaco

Fatte queste premesse e tracciate le linee guida, vediamo ora i dettagli che interessano le diverse macroaree tematiche dell’azione amministrativa, pur tenendo presente la trasversalità che ne caratterizza ogni aspetto.

sicurezza-fagioli-sindaco
La sicurezza è un’esigenza fondamentale del cittadino, e l’amministrazione comunale deve ostacolare la criminalità
scoraggiandone gli abituali responsabili.

La lotta alla criminalità non ha bisogno di proclami, ma di fatti concreti, ed ecco nel pratico solo alcune delle iniziative che attueremo in caso i cittadini ci scegliessero.

La condizione imprescindibile da tener presente è che la criminalità va contrastata costantemente, e non in modo saltuario e casuale, e noi lo faremo, identificando nell’ambito della Polizia Municipale personale idoneo a svolgere compiti di pubblica sicurezza che operino in collaborazione con i Carabinieri ed istituendo anche turni di notte.

vigile-quartiere-fagioli-sindaco

Potenzieremo la rete di telecamere, incentivando anche i privati e i commercianti ad installarne di proprie.

Agevoleremo comitati cittadini che vogliano rendersi disponibili alle uscite delle scuole o a vigilare quelle aree che non saranno coperte dalla videosorveglianza oppure aree sensibili come la stazione.

Tramite costanti ispezioni della Polizia municipale, censiremo, sorveglieremo e dove fosse possibile sigilleremo edifici abbandonati e fatiscenti che spesso sono luoghi di riparo per traffici illeciti o ricettacoli di persone che vivono ai margini della legalità.

Sarà richiesta al Questore l’applicazione del foglio di via dal Comune previsto dal D.L. 159/2011 nei confronti di soggetti che ne siano passibili sulla base di elementi di fatto.

cultura-saronno-fagioli-sindaco
La nostra prima preoccupazione sarà fare in modo che le iniziative sostenute o anche solo patrocinate dall’Amministrazione possiedano profili di autentico approfondimento di conoscenze e di formazione della persona, dando spazio a una pluralità di prospettive e di opinioni con relativo leale contraddittorio ed evitando quindi di bruciare incenso sull’altare del “pensiero unico” vigente. Per cultura si deve intendere cultura, e non propaganda mascherata.

Per quanto riguarda i contenuti, le iniziative si svilupperanno in una duplice direzione: la prima sarà quella di valorizzare le tradizioni della città e del circondario, la seconda quella di andare oltre questa cerchia, cercando di fare di Saronno una realtà capace di suscitare attenzione in un ambito più vasto. Saronno offre un patrimonio storico e religioso di alto interesse e deve essere valorizzato.

Santuario della Beata Vergine dei Miracoli, Saronno, Lombardy, Italy

scuola-saronno-fagioli-sindaco
Riteniamo che la discriminazione tra scuola “pubblica” e “privata” sia il residuo di un provincialismo culturale duro a morire, di stampo laicistico. Crediamo in un sistema scolastico integrato in cui scuola pubblica statale e non statale siano reciprocamente complementari e, allo stesso tempo, si trovino in una competizione stimolante.

L’amministrazione dialogherà con gli organi scolastici in spirito di collaborazione e nel rispetto dell’autonomia degli istituti, impegnando le proprie strutture anche per il collegamento fra scuola e lavoro.

Saranno programmati interventi di moderazione del traffico intorno alle scuole negli orari di entrata e uscita degli studenti per diminuire il rischio di incidenti. Si opererà per il ritorno della collaborazione con gruppi di volontari quale ausilio all’attraversamento delle strade in sicurezza per i nostri bambini.


Stop agli interventi fai-da-te dei genitori: la manutenzione degli immobili scolastici di primo grado è di esclusiva competenza e responsabilità dell’amministrazione comunale. Sarà promossa la riqualificazione degli immobili per renderli più vivibili; i primi interventi devono essere di manutenzione ordinaria per le piccole riparazioni e di manutenzione straordinaria per la sostituzione di infissi e serramenti.

associazionismo-saronno-fagioli-sindaco
Si opererà per valorizzare il contributo delle associazioni alla vita sociale della città. Per dare il giusto riconoscimento al notevole apporto che queste danno al patrimonio culturale materiale ed immateriale di Saronno, riteniamo prioritario collaborare strettamente con le associazioni ed agevolarne la vitalità, sia in termini di sburocratizzazione delle procedure organizzative, sia in termini di sovvenzioni economiche attraverso convenzioni e bandi a progetto.

Ogni euro destinato alle associazioni ha una ricaduta almeno 10 volte superiore in termini di coinvolgimento e intrattenimento della cittadinanza.

area-feste-saronno-fagioli-sindaco
Attualmente manca uno spazio adibito a feste ed eventi e di conseguenza la volontà organizzativa e lo spirito propositivo delle associazioni si scontrano con problemi di costi, spazio, attrezzature e permessi. E’ in progetto la creazione di un’area coperta, attrezzata con cucina, che possa essere noleggiata dalle associazioni a prezzi convenienti e accessibili. Una struttura a disposizione delle associazioni e dei gruppi che alimentano la vita sociale della città per realizzare feste ed eventi.

area-feste-esempio-fagioli-sindaco

animali-saronno-fagioli-sindaco
Si promuoverà la collaborazione con le associazioni di volontariato attive sul territorio per il controllo demografico della popolazione animale con campagne di sterilizzazione ai sensi della normativa vigente, prevenzione del randagismo e servizio di informazioni per animali domestici smarriti e ritrovati. Promozione di campagne informative per l’educazione sanitaria e zoofila. Il ripristino di un canile verrà valutato in base al rapporto costo/beneficio, tra la situazione attuale ed una eventuale gestione “in house”.

animali-domestici

sport-saronno-fagioli-sindaco
Ci si propone di favorire i progetti integrati tra scuole e associazioni sportive al fine di far conoscere e sperimentare ai giovani studenti il maggior numero possibile di sport, dai più conosciuti a quelli meno diffusi, possibilmente non solo nelle palestre delle scuole ma anche sui campi da gioco e nelle strutture appositamente attrezzate.

ping-pong-saronno
Inoltre vorremmo creare un centro di coordinamento delle associazioni sportive in modo da redistribuire equamente i contributi pubblici, in funzione del servizio offerto alla cittadinanza e ai progetti sviluppati dalle singole associazioni e società sportive attraverso convenzioni e bandi a progetto.

urbanistica-saronno-fagioli-sindaco
Stop al consumo del territorio. Non possiamo permettere a Saronno di perdere quel poco di verde rimasto.

Gli stabili, le attrezzature e le proprietà comunali in generale debbono essere mantenuti in uno stato di buona ed efficace funzionalità e con decoro.

edifici-fatiscenti-stop

arredo-urbano-saronno-fagioli-sindaco
Il decoro viene garantito se chi imbratta la città viene sanzionato e obbligato a riparare il danno.

Riceviamo segnalazioni di mancanza di strutture adeguate in diversi punti della città: passamano, segnaletica, barriere. Provvederemo a sistemare tali strutture grazie anche alle segnalazioni dei Saronnesi.

Le attrezzature delle aree pubbliche devono essere di qualità e la pulizia assicurata.

aree-dismesse-saronno-fagioli-sindaco
Inviteremo i proprietari a mettere in sicurezza tali aree, affinché nessuno possa accedervi con il rischio di recare danno a se stesso o che diventino luogo di occupazione abusiva. Ai medesimi chiederemo di presentare dei progetti di riqualificazione. Non è accettabile che determinate aree siano in condizioni di inutilizzo da tempi pressoché biblici.

aree-dismesse-stop-fagioli-sindaco-saronno

sociale-saronno-fagioli-sindaco
Si opererà nel rispetto dei seguenti punti programmatici.

Giustizia sociale per i Saronnesi: adozione di clausole di residenzialità nell’accesso agli aiuti, in modo da evitare che i Saronnesi finiscano in fondo alla fila, scavalcati dagli ultimi arrivati.

Anziani: migliorare il servizio badanti in collaborazione con le strutture territoriali e provinciali (SIL/NIL, ASL, Comune, CPI), per favorire l’accesso a servizi garantiti e regolari.

Famiglia: adozione di un quoziente famigliare con vincolo di residenzialità a Saronno da almeno cinque anni.

Adozione di misure che favoriscano la destinazione di monolocali a genitori separati in difficoltà.

Immigrati: concessione della residenza solo agli immigrati con lavoro sicuro e in grado di mantenere totalmente se stessi e la propria famiglia.

immigrati-nullafacenti

Particolare attenzione nel controllo delle liste per l’assegnazione di alloggi, onde evitare il fenomeno di ghettizzazione di particolari zone cittadine.

Puntuale e scrupolosa applicazione della normativa regionale vigente in tema di edificazione di nuovi edifici di culto, tenendo altresì presente che la moschea è luogo non solo religioso, ma anche e soprattutto politico e di amministrazione della giustizia coranica, un luogo politico antitetico al Comune.

Attuazione di politiche volte alla prevenzione e lotta al caporalato e contro lo sfruttamento dei lavoratori clandestini.

Attuazione di politiche volte alla repressione dell’accattonaggio e dell’abusivismo ambulante e sedentario.

Disabili, cooperative sociali e volontariato: collaborazione con un occhio di riguardo per quelle realtà che si prendono cura dei Saronnesi svantaggiati. Vi sono realtà esistenti di ottimo profilo con le quali poter migliorare aspetti dedicati a centri diurni e notturni di accoglienza.

Intervenire con decisione contro il proliferare delle sale da gioco d’azzardo e promuovere una educazione al gioco sano.

servizi-domanda-individuale-saronno-fagioli-sindaco
L’utilizzo del parametro ISEE per stabilire la tariffa di utilizzo dei servizi comunali è discriminatorio ed ingiusto. Si propone il superamento della logica dei servizi a domanda individuale legati all’ISEE, per una gestione più semplice, controllata e controllabile: per ridurre la burocrazia e gli abusi, per mettere le persone al centro ed aiutare chi ne ha realmente bisogno.

commercio-saronno-fagioli-sindaco
Il nostro progetto prevede interventi mirati a promuovere e mettere in risalto le varie attività commerciali presenti sul territorio nell’ottica di una città moderna e tecnologica alla portata di tutti.

Verranno creati dei percorsi anche pedonali regolati da apposita segnaletica, anche in formato digitale, che indicherà le attività presenti in città, anche al fine di garantire l’adeguata visibilità alle attività site in zone meno frequentate della città.

Daremo a tutti gli artigiani ed i commercianti la stessa opportunità e possibilità di sviluppare al meglio la propria attività, considerando l’iniziativa privata non come produttiva di egoistico interesse ma quale fattore di benessere e socialità diffusi.

viabilita-saronno-fagioli-sindaco
I punti prioritari:

riapertura dei una parte della ZTL creando parcheggi e una viabilità idonea per poter supportare il flusso di veicoli all’interno della stessa;

creazione di una zona esclusivamente pedonale con la possibilità per i residenti di accedere esclusivamente ai tratti necessari per entrare nella proprietà;

Reintroduzione di limiti di velocità più ragionevoli pur tutelando gli utenti più deboli;

Riorganizzazione del trasporto pubblico;

Adeguamento delle aree esistenti e nuove aree a parcheggio.

parcheggi-saronno-fagioli-sindaco
Si propone la revisione dell’attuale piano parcheggi per ottimizzare gli spazi inutilizzati anche se liberi in determinate fasce orarie: si studierà il sistema più efficace affinché le aree gialle dedicate esclusivamente ai residenti, possano esser loro garantite in fasce orarie adeguate, senza escludere la possibilità ai non residenti di utilizzare i medesimi spazi nel restante orario.

Promuoveremo:

realizzazione di parcheggi adeguati in area Ospedale, così da poter risolvere, in collaborazione con Regione Lombardia ed Azienda Ospedaliera, il problema del parcheggio per i dipendenti e migliorare di conseguenza l’accessibilità dell’utenza;

realizzazione di adeguati parcheggi per auto e due ruote in prossimità delle stazioni ferroviarie in sinergia con Regione Lombardia e FNM.

trasporto-urbano-saronno-fagioli-sindaco
Per andare incontro alle necessità dell’utenza, modernizzeremo il servizio “biglietti” introducendo l’utilizzo di carte magnetiche a scalare.

Saranno rivisti orari, percorsi e fermate.

ambiente-saronno-fagioli-sindaco
Il Lura è ridotto a un rigagnolo spesso maleodorante. Sarà promosso un processo di collaborazione con gli enti preposti, al fine di riportare il torrente ad essere ciò che la Natura vuole.

Giardini e parchi debbono essere fruibili da tutti, mantenendoli in ordine e sicuri, coinvolgendo le associazioni. I malintenzionati debbono stare lontano dai luoghi dove giocano i bambini.

parco-lura-fagioli
Deve essere rivisto il servizio di raccolta rifiuti: in determinate ore serali alcune vie della città sembrano discariche a cielo aperto, in quanto non vi sono punti di raccolta adeguati.

Acqua, Aria e terreni: provvederemo ad un monitoraggio costante e continuativo degli elementi inquinanti. Oltre ai servizi di monitoraggio già in essere, saranno istituiti prelievi a campione presso quelle aree più soggette a rischio ambientale.

altro
Per quanto concerne altri temi non toccati, quali municipalizzate, ed altro, si effettuerà un attento screening per avere una fotografia il più aggiornata possibile per proseguire con interventi adeguati in piena consapevolezza. Vi sono questioni spesso dimenticate o che ricevono poca attenzione che dovranno essere monitorate, quali la rete fognaria e le infrastrutture in generale.

 

I commenti sono chiusi.